Madagascar

#inaccettabile, campagna per combattere la malnutrizione in Madagascar

Nel mondo ogni anno la malnutrizione uccide 3 milioni di bambini. Questo nonostante esistano soluzioni efficaci e a basso costo come i cibi terapeutici pronti all’uso (25 centesimi a confezione), alimenti in pasta a base di burro di arachidi dall’alto valore nutritivo in grado di rimettere rapidamente in salute i bambini malnutriti.

Con Henriette nel cuore delle baraccopoli di Antananarivo

Il soggiorno è al primo piano di una costruzione in cemento. Due finestre senza piastrelle illuminano la casa di Henriette, 32 anni. Con suo marito e sei figli vive in 15 metri quadrati.

Si stabilizza l'epidemia di peste in Madagascar

Oggi, a quasi tre mesi dalla prima segnalazione, l'emergenza peste in Madagascar si sta stabilizzando, con una diminuzione netta del numero di casi. "Sulla base dei dati raccolti nei centri di trattamento, possiamo dire che il picco dell'epidemia è passato. Ma i dati epidemiologici non sono del tutto affidabili,"spiega Claire, responsabile della risposta alla peste in Madagascar per Azione contro la fame. 

Azione Contro la Fame per i bambini del Madagascar

Nel mondo ogni anno la malnutrizione uccide 3 milioni di bambini. Questo nonostante esistano soluzioni efficaci e a basso costo come i cibi terapeutici pronti all’uso (25 centesimi a confezione), alimenti in pasta a base di burro di arachidi dall’alto valore nutritivo in grado di rimettere rapidamente in salute i bambini malnutriti.

Antananarivo Calling

Nonostante i vantaggi che l’economia del Madagascar trae dall’ecoturismo e dalla crescita del settore agricolo, la distribuzione della ricchezza è fortemente sproporzionata: infatti il 90% della popolazione vive con meno di 2 dollari al giorno. 

Questa povertà diffusa, unita a un quadro politico incerto, causa una situazione umanitaria allarmante. Più della metà dei bambini sotto i 5 anni in Madagascar soffre di malnutrizione cronica e oltre metà della popolazione del Paese lotta con la precarietà alimentare. 

Epidemia di peste in Madagascar

Dall'inizio di agosto 2017, i casi di peste polmonare si stanno moltiplicando nell'isola del Madagascar, uno dei 3 Paesi al mondo in cui la peste è endemica. Circa 400 casi vengono segnalati ogni anno nelle aree rurali durante la stagione calda e umida (da settembre ad aprile), ma quest'anno un'insolita peste polmonare ha colpito le aree urbane di Antananarivo e Toamasina e in due mesi e mezzo sono stati dichiarati 849 casi sospetti – il doppio dello standard annuale – e 67 decessi.

#INACCETTABILE - Ancora oggi 3 milioni di bambini muoiono di fame

È inaccettabile che nel 2017 3 milioni di bambini muoiano per cause legate alla malnutrizione, quando si tratta di una malattia che possiamo prevenire e curare”. È questo il nostro grido d’allarme in previsione del 16 ottobre, Giornata Mondiale dell’Alimentazione, per la quale abbiamo predisposto una campagna di sensibilizzazione ad hoc.

Impegno ambizioso contro la fame in Madagascar

In questa grande isola dell’oceano Indiano quasi un bambino su due (il 47% del totale) è affetto da malnutrizione cronica, che provoca ritardi nella crescita e nello sviluppo cognitivo. Nella sua forma più acuta, la malnutrizione colpisce oltre l’8% dei bambini sotto i 5 anni. Questi dati evidenziano che la malnutrizione è un problema grave di salute e di sviluppo, che genera una perdita economica annua del 14,5% del prodotto interno lordo.

Madagascar

Il Madagascar è uno dei paesi più poveri del mondo: quasi l'80% della popolazione vive con meno di 2 dollari al giorno.

L'ultima crisi politica nel 2009-2013 ha avuto impatti molto negativi sull'economia e sui sistemi sanitari.

Abbonamento a RSS - Madagascar
"