Afghanistan

Foto: Sandra Calligaro
Global Hunger Index: 
Grave
Popolazione 
32.5milioni
Il nostro team 
371 Il nostro team
Beneficiari 
191 030 Beneficiari

Politicamente frammentato e a rischio di catastrofi naturali, l'Afghanistan è un Paese da molto tempo alle prese con insicurezza cronica, sfollamento interno e da una povertà diffusa che sottopone la popolazione a forti disagi e a crisi umanitarie ricorrenti. 

L’insicurezza alimentare, che colpisce soprattutto le popolazioni che vivono nelle zone più remote, continua ad essere diffusa per molte ragioni: le guerre e i conflitti che hanno flagellato il Paese, gli effetti di varie ondate di siccità, terremoti e inondazioni stagionali, la mancanza di infrastrutture e il limitato accesso ai mercati.  

Il risultato di tutto ciò è che l’Afghanistan è uno dei Paesi più poveri al mondo, con milioni di persone che per sopravvivere dipendono dagli aiuti umanitari esteri. 

Oltre metà dei bambini sotto i cinque anni sono malnutriti. Gli attacchi contro le organizzazioni umanitarie sono aumentati e questo ha provocato il ritiro del personale dal Paese per ragioni di sicurezza. Sempre per ragioni di sicurezza gran parte dell'Afghanistan resta inaccessibile alle organizzazioni umanitarie e quindi non riceve alcun aiuto.

Nel 2017, il conflitto si è intensificato rispetto al 2016. Senza colloqui e soluzioni di pace all'orizzonte, il conflitto continuerà nel 2018. Le conseguenze sono gravi, con 2.640 morti e 5.379 feriti e 471.000 sfollati interni. 

L'anno scorso, 151.000 rifugiati afghani sono tornati dal Pakistan, il 71% in meno rispetto al 2016. Le esigenze di ripari sicuri, sicurezza alimentare e le necessità di sostentamento nel paese sono grandi e l'impatto psicologico su bambini e adulti grave. Complessivamente, 3,3 milioni di persone hanno bisogno di assistenza umanitaria di emergenza, circa il 10% della popolazione.

Per rispondere alla crisi, abbiamo implementato diversi progetti integrati in materia di nutrizione e salute, acqua, sanità e igiene, sicurezza alimentare e mezzi di sussistenza, e sostegno psicologico. La nostra risposta alle emergenze si è rafforzata e abbiamo condotto 12 valutazioni nutrizionali. 

A Kabul, 27.126 persone hanno beneficiato delle nostre attività nel campo nutrizionale (il 61% erano bambini sotto i cinque anni) e 9.000 hanno beneficiato dei nostri progetti di acqua, sanità e igiene. A Ghor, i nostri team hanno implementato progetti multisettoriali e approcci integrati a supporto dei centri sanitari e delle comunità, al fine di prevenire la mortalità e la morbilità materna e infantile. A Helmand, abbiamo implementato progetti integrati di acqua, sanità e igiene, nutrizione, salute mentale e pratiche di cura, e sicurezza alimentare e mezzi di sussistenza.

La tua donazione mensile può salvare la vita!

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre aggiornato

48.142
Persone che hanno avuto accesso ad acqua potabile e servizi igienici 
88.141
Persone che hanno ricevuto supporto nutrizionale 
54.747
Persone aiutate a migliorare le proprie capacità di sostentamento
"