PER L'AZIONE.
CONTRO IL COVID19.


LA NOSTRA RISPOSTA ALL'EMERGENZA CORONAVIRUS NEL MONDO.

DONA ORA APPROFONDISCI

UN'EMERGENZA NELL'EMERGENZA

Se Paesi come Italia, Spagna e Stati Uniti non erano pronti a gestire l’impatto del Covid19, cosa accadrà in aree densamente popolate, come un campo profughi, o in Paesi dove sono in corso guerre, crisi economiche e altre epidemie?
In questo momento, occorre sostenere più che mai 821 milioni di persone nel mondo che soffrono di fame e malnutrizione. Tra di essi, anche 200 milioni di bambini, già vulnerabili a causa di malattie come la malaria o la polmonite.

Sistemi sanitari deboli

In molti Paesi i sistemi sanitari non hanno sufficiente personale, le terapie intensive non sono adeguatamente attrezzate, mancano ventilatori e misure di protezione

Difficoltà nell'isolamento

L’isolamento è quasi impossibile per chi vive in aree densamente popolate come un campo profughi, chi non ha una casa e per chi vive con anziani.

Acqua e igiene

663 milioni di persone sul pianeta non hanno accesso all’acqua potabile e un terzo della popolazione mondiale è priva di servizi igienici adeguati.

Crisi alimentare

Una crisi alimentare sarà la conseguenza della chiusura dell’esportazione di materie prime, dei mercati, dell’interruzione dell’economia informale.

UN GRANDE PIANO UMANITARIO

Alla luce della diffusione del Covid19, i nostri team si sono mobilitati sin da subito per rispondere alla pandemia. L’obiettivo è chiaro: contribuire in tempi rapidi, in una corsa contro il tempo, alla riduzione del numero di persone infettate.

Rafforzamento dei sistemi sanitari

Forniamo test diagnostici, ventilatori, attrezzature di base per i pazienti, misure di protezione e potenziamento del personale sanitario. Collaboriamo per l'identificazione dei casi di Covid19, specialmente nei campi profughi.

Promozione dell'igiene

Stiamo installando punti di accesso all'acqua pulita e servizi igienici, sanificando strade e luoghi di aggregazione. Distribuiamo kit di igiene e promuoviamo il corretto lavaggio delle mani e la prevenzione delle infezioni.

Sostegno alla popolazione

Distribuiamo pacchi alimentari e ticket per l'acquisto di beni di prima necessità, effettuiamo trasferimenti di denaro per le persone più vulnerabili. Abbiamo inoltre avviato servizi di sostegno psicologico alla popolazione.

SOSTIENI IL NOSTRO PIANO D'AZIONE

Azione contro la Fame sta collaborando con organizzazioni internazionali, governi, leader comunitari e altre ONG per affrontare l’emergenza, ma serve il tuo aiuto. Aiutaci ad agire in modo rapido ed efficace. 
DOBBIAMO ESSERE PIÙ FORTI CHE MAI. ADESSO È IL MOMENTO.

DONA ORA

SEI UN'AZIENDA?

Aiutaci a sconfiggere il corona virus nel mondo, contribuendo al FONDO EMERGENZA COVID19: un fondo flessibile, che ci permetterà di agire in modo rapido, con le risorse necessarie, nei Paesi dove siamo presenti.  Dobbiamo essere veloci, efficaci, coordinati.
Per affrontare questa pandemia, dobbiamo dare una risposta globale.
UNISCITI A NOI.
SOLO INSIEME, CE LA FAREMO.

Contatta Licia Casamassima: lcasamassima@azionecontrolafame.it 

IL NOSTRO INTERVENTO

Attraverso i nostri programmi globali, abbiamo messo in atto misure di protezione per la salute del nostro personale e delle comunità che aiutiamo in quasi 50 Paesi.
Di seguito riportiamo le azioni realizzate in alcuni dei Paesi di intervento a maggior rischio. 

Bangladesh

Al campo profughi di Cox's Bazar forniamo alla popolazione gli alimenti essenziali e un servizio di sostegno psicologico telefonico. I nostri centri condividono materiali sul lavaggio delle mani e sulla prevenzione delle infezioni. L’obiettivo della missione è anche di affrontare questioni come l’accesso all'acqua potabile sicura, la gestione dei rifiuti e la fornitura di sapone.

Camerun

Sono state avviate attività tese a migliorare l’attecchimento nelle comunità di misure utili per prevenire e controllare la pandemia attraverso un approccio locale. In collaborazione con il Ministero della Salute sono stati costituiti dei comitati di monitoraggio e allerta per controllare la diffusione della pandemia. I nostri team si occupano inoltre della distribuzione di kit igienici all'interno delle comunità locali.

Ciad

I nostri team condividono messaggi sull'importanza della prevenzione nelle strutture sanitarie e nelle comunità di intervento. Consolidano e mettono a disposizione della popolazione punti di lavaggio delle mani nelle strutture supportate. Abbiamo, inoltre, in programma di fornire i centri sanitari di kit igienici e di prevenzione. Formeremo, infine, il personale sanitario nell'identificazione dei casi di Covid19. 

Colombia

Abbiamo fornito lavelli portatili pubblici, kit di prevenzione, installato sistemi idrici, consegnato alimenti, buoni pasto e promosso trasferimenti monetari per le persone più vulnerabili. Collaboriamo nella valutazione, segnalazione e cura di casi di Covid19, nel rafforzamento dell’assistenza medica e psicosociale e nell'attività di sorveglianza epidemiologica comunitaria nelle zone in cui risiedono i rifugiati.

Etiopia

I nostri team supportano 6 ospedali primari, 92 centri sanitari e 429 postazioni sanitarie in cinque regioni: Gambella, Benishangul-Gumuz, Oromia, Amahara e Somali. Per affrontare il Covid19 intendiamo aiutare a formare squadre di risposta rapida, operatori sanitari e personale di monitoraggio; sostenere lo sviluppo di protocolli per la pulizia e la disinfezione ambientale; assicurare farmaci e materiali di consumo essenziali, tra cui mascherine e detergenti

Giordania

Nell'attuale scenario di rigoroso blocco nazionale, le nostre attività sono focalizzate sull'imminente implementazione e distribuzione di kit igienici nei campi profughi, che includono gel detergente, candeggina, disinfettante liquido, panni in cotone e caraffe di plastica. Qui forniamo anche attrezzature per la pulizia delle latrine comuni. Tali attività saranno accompagnate dalla sensibilizzazione sulle misure di prevenzione al Covid19.

Haiti

Azione contro la Fame, qui, è il principale partner dell’UNICEF nella regione nord-occidentale. L’organizzazione sta lavorando per eradicare il colera ed è già pronta per aumentare i programmi di contingenza per incorporare la prevenzione di Covid19 e il controllo delle infezioni. Sta, inoltre, pianificando lo sviluppo di un programma di sicurezza alimentare e resilienza dei mezzi di sostentamento in ragione dell’insicurezza alimentare che deriva dall'instabilità politica.

Mauritania

Promuoviamo campagne di comunicazione sulle misure di prevenzione, igiene e lavaggio delle mani. Abbiamo distribuito kit igienici e rafforzato i punti di accesso all'acqua per il lavaggio delle mani. Garantiamo inoltre programmi che prevedono il trasferimento di denaro per mitigare gli effetti economici della pandemia. Prevediamo infine la fornitura di micronutrienti per le donne in gravidanza e in allattamento in vista del possibile impatto dell'epidemia.

Nigeria

Nel complesso delle restrizioni nazionali, è stata garantita una deroga utile per favorire le spedizioni umanitarie. Negli Stati di Borno, Yobe e Jigawa, stiamo implementando la formazione in tema di Covid19, collaborando il Ministero della Salute dello Stato. Stiamo, inoltre, promuovendo attività in tema WASH in tutte le strutture sanitarie. Viene promossa anche un’azione di trasferimento di denaro a sostegno delle persone più vulnerabili.

Senegal

Stiamo promuovendo campagne di comunicazione su sintomi, misure di igiene e prevenzione del contagio da Covid19. Anche in questo caso, è stata prevista la possibilità di distribuire kit igienici. Oltre all'intervento in tema di sviluppo di punti di accesso all'acqua e di trasferimento di denaro, lavoriamo per garantire per un corretto monitoraggio dell’impatto socioeconomico della pandemia. Infine stiamo rafforzando il trattamento dei casi di malnutrizione acuta, di fronte a un potenziale peggioramento dovuto alla crisi.

Siria

Abbiamo avviato delle azioni per incrementare le quantità di acqua distribuita a Hasake, come forma di prevenzione contro il Covid19. Inoltre, è stata prevista la distribuzione di kit igienici nelle zone rurali di Aleppo, per gli operatori sanitari e quelli di prima linea. Infine, abbiamo promosso attività di
promozione dell'igiene. Tra le azioni condotte anche la formazione online del personale sanitario sui pazienti affetti da Covid19 e l’acquisto di forniture mediche per ambulanze e centri di assistenza primaria.

Somalia

Più di 70 membri del nostro staff collaborano con il governo per trasferire competenze critiche. Abbiamo fornito due veicoli al Ministero della Salute per il supporto delle operazioni Covid19. Prevediamo la fornitura di attrezzature mediche, kit diagnostici, dispositivi di protezione e prodotti per l'igiene, un supporto nella realizzazione di test, la formazione di operatori sanitari e la diffusione di materiali tradotti nelle lingue locali per favorire le attività di sensibilizzazione.