Foto: Sandra Calligaro

Appello delle ONG in Afghanistan in difesa degli operatori umanitari

CONDANNIAMO FERMAMENTE L'ATROCE ATTACCO CHE HA AVUTO LUOGO MERCOLEDÌ 24 GENNAIO CONTRO GLI UFFICI DELLE ONG A JALALABAD

L'attuale bilancio delle vittime è di almeno sette morti e più di 31 feriti, tra cui cinque bambini. Le nostre più sentite condoglianze vanno alle famiglie delle vittime di questo terribile attacco.

Le ONG, in Afghanistan, sono spesso le prime a fornire una risposta a chi ne ha più bisogno. Nel 2017, grazie al sostegno delle ONG e di altri attori umanitari, più di 3.4 milioni di persone in Afghanistan hanno ricevuto cibo, acqua, riparo e altri aiuti vitali per soddisfare le loro necessità primarie.

"È della massima importanza che le ONG possano agire anche in situazioni di conflitto armato, con la certezza che il loro personale, le loro proprietà e le loro attività non saranno attaccati direttamente o indirettamente. " dice Fiona Gall, direttrice di ACBAR.

Un simile attacco costituisce una chiara violazione del diritto umanitario internazionale. Richiediamo quindi un'indagine rapida, indipendente e trasparente per capire come e perché si è verificato questo incidente.

Purtroppo non si tratta un incidente isolato. Gli attacchi contro gli operatori umanitari sono comuni in Afghanistan. Nell'ultimo anno, ci sono stati 156 attacchi contro operatori umanitari da parte di attori coinvolti nel conflitto in corso. Ad esempio, 17 operatori umanitari sono stati uccisi cercando di fornire assistenza umanitaria salva-vita, compresi cibo, acqua pulita e assistenza sanitaria ai più bisognosi.

Gli attacchi agli operatori umanitari sono attacchi contro le persone che stiamo cercando di aiutare. Qualsiasi attacco, intimidazione, violenza o minaccia nei confronti degli operatori umanitari si tradurrà in ritardi nella consegna degli aiuti o, addirittura, nel ritiro degli aiuti - e quindi avrà un impatto negativo sulle condizioni di vita degli afghani più vulnerabili.

La fornitura di aiuti umanitari essenziali è un atto protetto dal diritto internazionale umanitario. Chiediamo a tutte le parti in conflitto di rispettare la neutralità delle ONG, del loro personale e delle loro strutture, e di rispettare il diritto umanitario internazionale, che protegge gli operatori umanitari e civili.

"Ovunque nel mondo il numero di attacchi contro gli operatori umanitari è in aumento" - Kinga Komorowska, direttrice Paese di Azione conro la Fame in Afghanistan.

"Questi attacchi si svolgono in un contesto di normalizzazione dell'uso della violenza contro i civili e gli operatori umanitari in situazioni di conflitto. È un'erosione generale del rispetto per l'umanità e il lavoro umanitario," afferma Komorowska.

Nonostante la risoluzione 2175 (2014) del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, che condanna tutti gli attacchi contro gli operatori umanitari, continua a esistere una cultura dell'impunità.

Dopo le discussioni del Vertice umanitario mondiale del 2016, come una ONG operante in Afghanistan, riaffermiamo la necessità per tutti gli attori di rispettare il diritto internazionale umanitario e condannare tutti gli attacchi contro gli operatori umanitari e i civili. Come esempio di un impegno concreto per la protezione di tutti gli operatori umanitari, chiediamo alla comunità internazionale di esplorare i meccanismi legali e giudiziari per garantire la protezione del nostro personale dalla violenza, nonché di granatire responsabilità quando si è verificata violenza, attraverso la nomina di un rappresentante speciale per il rafforzamento della protezione dei lavoratori umanitari.

Occorrono azioni concrete per garantire la protezione di tutti gli operatori umanitari mentre noi, la comunità delle ONG in Afghanistan, continuiamo a lavorare per aiutare i più poveri nel Paese.

Firmatari:

AAA Action Aid Afghanistan
AABRAR Afghan Amputee Bicyclists For Rehabilitation And Recreation
AADRO Afghan Australian Development and Rehabilitation Organization
ACF Action contre la Faim
ACKU Afghanistan Center at Kabul University
ACTED Agence d’aide a la Cooperation Technique et au Development
ADA Afghanistan Development Association
ADRA Adventist Development and Relief Agency International
AfghanAid Afghanaid
AFRANE Amitie Franco-Afghane
AHDAA Agency For Humanitarian and Development Assistance For Afghanistan
AHDS Afghan Health and Development Services
ASAARO Afghan Social And Agriculture Affairs Rehabilitation Organization
AWRC Afghan Women’s Resource Center
CARE Cooperative for Assistance and Relief Everywhere
CHA Coordination of Humanitarian Assistance
CoAR Coordination of Afghan Relief
Cordaid Catholic Organization for Relief and Development Aid
CWW Concern World Wide
DACAAR Danish Committee for Aid to Afghan Refugees
DAO Development and Ability Organization
DCA Dutch Committee for Afghanistan
DRC Danish Refugee Council
FRDO Female Rehabilitation And Development Organization
GERES Group for the Environment, Renewable Energy and Solidarity
GNI Good Neighbours International
GWO Green Way Organization
HI Handicap International
HIHAO Hand In Hand Afghanistan Organization
IMC International Medical Corps
INTERSOS Intersos
IRC International Rescue Committee
JUH The Johanniter-Unfall-Hilfe
JVC Japan International Volunteer Center
LC La Chaine de Espoir
MADERA Mission d’ Aid au Development des Economies Rurales Programme Afghanistan
MCA Mercy Corps Afghanistan
MEDAIR MEDAIR
NAC Norwegian Afghanistan Committee
OXFAM Oxfam
PARSA Physiotherapy and Rehabilitation and Support for Afghanistan
PIN People In Need
PU-AMI Première Urgence – Aide Medicale Internationale
RI Relief International
RRAA Rural Rehabilitation Association for Afghanistan
SCA Swedish Committee for Afghanistan
SCI Save the Children
SDO Sanayee Development Organization
SERVE Serving Emergency Relief and Vocational Enterprises
SI Solidarity International
SVA Shanti Volunteer Association
TACT Today’s Afghanistan Conciliation Trust
TCOW The Children Of War
TdH Terre Des Hommes
TEO Tashabos Educational Organization
THRA Training Human Rights Association for Afghan Women
THT The HALO Trust
WCC War Child Canada
WF Womanity Foundation
WHH Deutsche Welthungerhilfe e.V.
ZOA Zoa Refugee Care

Tag
"