URGENTE: 20 milioni di persone a rischio carestia. Dona ora »

Le cause della fame

© J. Asenbrennerova, ACF DRC

PovertĂ 

Attualmente le persone che vivono in condizioni di estrema indigenza sono meno della metà rispetto al 1990, ma la povertà è ben lontana dall'essere debellata. La povertà da sola non provoca malnutrizione, ma riduce la disponibilità di adeguate quantità di cibo per gran parte delle popolazioni più vulnerabili. Oggi quasi 815 milioni di persone – quasi una persona su otto – non ha cibo a sufficienza e oltre il 90% delle persone malnutrite vivono nei Paesi in via di sviluppo.

Malattie

Alcune malattie e infezioni - tra cui la tubercolosi, il morbillo e la diarrea - sono direttamente collegate alla malnutrizione acuta.

La combinazione di malattia e malnutrizione indebolisce il metabolismo creando un circolo vizioso di infezione e denutrizione che porta vulnerabilità. Oggi HIV e AIDS sono fra le principali cause di malnutrizione acuta nei Paesi in via di sviluppo. Un bambino con l’infezione da HIV è più vulnerabile alla malnutrizione acuta rispetto a un bambino sano. Inoltre i farmaci anti-retrovirali sono più efficaci se combinati a un’assunzione normale di cibo. Quindi garantire una dieta sana è fondamentale per il controllo e la cura dell’infezione da HIV.

Se un bambino sieropositivo diventa anche malnutrito avrà maggiori probabilità di contrarre infezioni e per lui l'efficacia dei farmaci - sia per la cura anti-retrovirale sia per altre malattie e infezioni – può ridursi notevolmente.

Addirittura, se è malnutrito in modo grave, un individuo può non essere in grado di tollerare i farmaci. Quindi, la combinazione di malnutrizione acuta, HIV e AIDS in un bambino fa aumentare enormemente il rischio di morte.

Guerre e conflitti

Guerre e conflitti influenzano direttamente la sicurezza alimentare. In caso di conflitto, le persone sono costrette ad abbandonare campi, fattorie e attività agricole per sfuggire alle violenze. Così i mercati non vengono più riforniti di cibo, le forniture alimentari si dimezzano e le persone che dipendono da queste forniture perdono l’accesso al cibo.

Cambiamenti climatici e disastri naturali

Nell’arco di 30 anni il numero delle catastrofi naturali legate ai cambiamenti climatici è aumentato in modo considerevole. 

Gli effetti dei cambiamenti climatici sono spesso drammatici: infrastrutture danneggiate o distrutte, malattie che si diffondono rapidamente, popolazioni che non possono più coltivare la terra né allevare bestiame.

Secondo gli studi delle Nazioni Unite, in oltre 40 Paesi in via di sviluppo il calo della produzione agricola, legato direttamente o indirettamente dai cambiamenti climatici, potrebbe far aumentare in modo drammatico il numero delle persone che soffriranno la fame nei prossimi anni.

La tua donazione mensile può salvare la vita!

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre aggiornato

"