URGENTE: 20 milioni di persone a rischio carestia. Dona ora »

Inaccettabile

Azione contro la Fame lancia la campagna “Inaccettabile” per sensibilizzare sul problema della malnutrizione, che ancora causa la morte di circa 3 milioni di bambini ogni anno

La malnutrizione è una malattia che colpisce i più vulnerabili - quindi anziani, donne incinte e neomamme, e ovviamente i bambini.

Nel mondo 154.8 milioni di bambini sotto i 5 anni soffrono di malnutrizione cronica, il risultato di una carenza prolungata nel tempo dei nutrienti di base, soprattutto nei primi 1.000 giorni di vita che comporta danni irreversibili allo sviluppo psico-fisico, minore resistenza alle malattie e una riduzione della capacità di apprendimento scolastico e, successivamente, lavorativo. 

La malnutrizione acuta, invece, si sviluppa rapidamente, nel giro di pochi giorni o poche settimane, è evidenziata da un basso rapporto peso/altezza o dal ridotto perimetro brachiale ed è causata da insufficienza di nutrienti e/o malattie o infezioni, spesso dalla combinazione di entrambi i fattori.

Può essere «moderata» (MAM) o «severa» (SAM) e comporta un rischio di morte 3 volte più alto della media (MAM) o addirittura 9 volte più alto della media (SAM). 51.7 milioni di bambini sotto i 5 anni nel mondo soffrono di malnutrizione acuta, in pratica 1 su 12, e 27.6 milioni di loro vivono nel Sud-Est asiatico. 17 milioni sono invece i bambini colpiti da malnutrizione acuta severa, la più letale.

Ogni anno, 3.1 milioni di bambini perdono la vita per cause legate alla malnutrizione; tra questi circa 1 milione come conseguenza diretta della mancanza di cibo e nutrienti in misura appropriata.

Nel tempo ci sono stati significativi progressi nella lotta contro la malnutrizione infantile, eppure solo il 20% dei bambini che necessitano della terapia nutrizionale ha effettivamente accesso alla cura.

Se la dimensione di questa tragedia non fosse ancora sufficiente per renderla inaccettabile, va considerato un ulteriore elemento: le soluzioni per curare la malnutrizione esistono, sono efficaci e a basso costo. Azione contro la Fame è stata la prima organizzazione umanitaria, nel 1997 in Ciad, a testare con successo il cibo terapeutico pronto all’uso, un alimento a base di farina di arachidi arricchito con vitamine, sali minerali e grassi vegetali, altamente nutriente. Una confezione costa solo 25 centesimi e in moltissimi casi ne bastano due al giorno per 4-8 settimane per far tornare in salute un bambino malnutrito.

Per questa campagna Azione contro la Fame può contare sul sostegno dell’attore e conduttore televisivo Ettore Bassi.

Guarda il video

 

 

Ettore Bassi

La tua donazione mensile può salvare la vita!

"