URGENTE: 20 milioni di persone a rischio carestia. Dona ora »

News

Colombia, un anno dopo l'accordo di pace

Novembre 22, 2017

“Sebbene la comunità internazionale e molti colombiani nelle grandi città abbiano chiuso il capitolo più doloroso della Storia recente del Paese (220.000 morti, 7.3 milioni di sfollati e oltre 50 anni di guerra) la verità è che la Colombia nei prossimi mesi dovrà affrontare sfide enormi: lo Stato non ha ancora raggiunto vaste aree precedentemente controllate dai guerriglieri e mancano ancora servizi di base, mentre le enormi aspettative sollevate dal processo si stanno sgonfiando,” ha spiegato questa mattina il direttore generale di Azione contro la Fame Spagna

Crisi umanitaria in Yemen: 20 milioni in stato di emergenza

Novembre 17, 2017

Negli ultimi giorni, il blocco condotto dall'Arabia Saudita ha chiuso tutti i punti di ingresso nello Yemen, rallentando le nostre equipe, presenti sul campo dal 2012, nella fornitura di scorte alimentari, medicine, ecc.

La popolazione yemenita è in pericolo: 20 milioni di persone hanno bisogno di aiuti umanitari di emergenza e 7 milioni sono sull'orlo della fame.

È la più grande crisi umanitaria nel mondo.

Terremoto tra Iran e Iraq: la nostra equipe in Azione

Novembre 14, 2017

I team di Azione contro la Fame sono arrivati nella città di Darbandikhan (Kurdistan) all'alba di ieri per valutare i danni del terremoto le esigenze più urgenti della popolazione. "Secondo i risultati delle nostre valutazioni, decideremo la risposta più appropriata a questa emergenza, in coordinamento con le autorità governative e le altre organizzazioni umanitarie,"afferma Aneta Sarna, Direttrice Paese di Azione contro la Fame in Iraq.

Un'altra crisi alimentare paralizza il Sud Sudan

Novembre 13, 2017

In risposta a una nuova segnalazione IPC sulla sicurezza alimentare, l'organizzazione umanitaria internazionale Azione contro la Fame ha lanciato un invito alla leadership politica esortando a porre fine alla crisi alimentare causata dal conflitto in Sud Sudan.

Quale futuro per l'aiuto umanitario?

Novembre 8, 2017

Nel mezzo di guerre cilivi, eventi catastrofici e crisi umanitarie, il rapporto “Il futuro dell’aiuto umanitario: le Organizzazioni Non-Governative Internazionali (ONGI) nel 2030” (The Future of AID: INGOs in 2030) invita le organizzazioni umanitarie a cambiare la loro cultura interna e le loro abitudini, perché solo trasformandosi potranno riuscire ad aiutare chi ne ha più bisogno.

Azione Contro la Fame per i bambini del Madagascar

Novembre 6, 2017

Nel mondo ogni anno la malnutrizione uccide 3 milioni di bambini. Questo nonostante esistano soluzioni efficaci e a basso costo come i cibi terapeutici pronti all’uso (25 centesimi a confezione), alimenti in pasta a base di burro di arachidi dall’alto valore nutritivo in grado di rimettere rapidamente in salute i bambini malnutriti.

Una grave siccità in Senegal rischia di provocare una crisi umanitaria nel 2018

Novembre 3, 2017

La stagione delle piogge (da giugno a settembre) è stata particolarmente carente nel Senegal settentrionale e nel Sud della Mauritania.

La produzione in alcune zone normalmente fertili è allarmante, non avendo raggiunto il 50% della produzione media per questo periodo dell'anno. Particolare preoccupante è la situazione nei dipartimenti di Matam, Podor e Linguere Ranerou in Senegal, dove la produzione agricola non raggiungerà il livello minimo per soddisfare i foraggi del bestiame.

Obiettivo Fame Zero a rischio

Novembre 2, 2017

Il 4 novembre si terrà “The Global Nutrition Summit 2017: Milan”,  il summit globale promosso dalla Presidenza Italiana del G7 per consolidare gli impegni presi sino ad ora, riflettere sui progressi verso gli obiettivi globali in materia di alimentazione e soprattutto accelerare la risposta globale alla malnutrizione.

A due mesi dall'esodo dei Rohingya, la situazione in Bangladesh è critica

Ottobre 27, 2017

Due mesi dopo il primo scoppio delle violenze nello Stato Rakhine (Myanmar), l'afflusso di rifugiati Rohingya in Bangladesh continua a crescere. Oltre 604.000 persone hanno ormai attraversato il confine del Bangladesh. 

Pagine

"